Atene

Atene (Grecia)

Atene, capitale della Grecia e capoluogo dell’Attica, considerando l’intero agglomerato urbano, arriva a quasi 5.000.000 di abitanti.
Secondo la mitologia, Atena, figlia di Zeus, e Poseidone si contesero la custodia della città sfidandosi sull’Acropoli. Atena vinse e regalò al popolo un ulivo, pianta rimasta sacra da allora, simbolo di pace, serenità e prudenza.
Il suo gioiello è l’Acropoli, una cittadella in cima a una collina dove sorgono antichi edifici come il Partenone con le sue colonne e l’Eretteo, su pianta studiata per racchiudere i vari culti (cella di Posidone Eretteo; cella di Atena Poliade; loggetta delle Cariatidi).
Inoltre, da visitare assolutamente il Museo dell’Acropoli e il Museo archeologico nazionale che conservano sculture, vasi, gioielli e altri reperti dell’antica Grecia.

Olimpia

Olimpia (Grecia)

Olimpia, Antico centro religioso della Grecia, nell’Elide (Peloponneso).
Olimpia è per tutti il luogo dove si svolgevano i giochi olimpici dell’antichità. Percorrendo un passaggio a volta si sbuca nello stadio dove, chiudendo gli occhi e provando a immaginare gli spalti gremiti di gente proveniente da tutta la Grecia per acclamare i loro idoli, si vive un’emozione unica.
L‘attrazione principale di Olimpia sono ovviamente le rovine della città antica.
Con un solo biglietto si possono visitare il sito archeologico di Olimpia, il Museo Archeologico, il Museo della Storia degli Scavi, il Museo dei Giochi Antichi e il Museo dei Giochi Moderni.
All’interno dell’area archeologica di Olimpia le attrazioni di maggior interesse sono: Tempio di Zeus (tempio dorico), il Tempio di Hera (uno dei più antichi templi monumentali della Grecia), lo Stadio (dove venivano disputati i giochi olimpici), la Palestra olimpica (luogo dove si preparavano gli atleti), il Bouleuterion, sede del Senato, lo Studio di Fidia, uno dei più importanti scultori dell’antichità greca.
Musei Il Museo Archeologico di Olimpia è uno dei più importanti di tutta la Grecia e vi farà conoscere la lunga storia del santuario di Olimpia attraverso reperti ritrovati duranti gli scavi.

Isole Saroniche

Isole Saroniche (Grecia)

Le isole Saroniche sono un arcipelago della Grecia, situate nell’omonimo golfo di fronte alla città di Atene. 
L’arcipelago è formato da sette isole principali (Salamina, Egina, Angistri, Poros, Idra, Spetses e Dokos ) e diverse isole minori. 
L’isola più grande e popolosa è Salamina che ci ricorda la famosa, omonima, battaglia.
Ne ho visitate tre:
1 – La piccola isola di Idra (o Hydra). Avvolti da un’atmosfera unica dovuta all’assenza di automobili Idra rappresenta un paradiso di tranquillità. Ci si sposta a ritmo lento, come una volta: a piedi, in bicicletta o con l’asino. È il luogo ideale per dimenticare i problemi della città, i rumori, il traffico e godere di cose semplici come un tramonto, le onde del mare. 

2 – Poros con stupende spiagge, è l’isola greca dove secondo la mitologia nacque Teseo. Un sottile lembo di mare separa l’isola di Poros da Galatà, sull’opposta costa del peloponneso.

3 – Egina con antichi templi, pittoresche chiese e case colorate che ne caratterizzano il paesaggio. Vicino al porto, sulla pittoresca altura di Kolona, si trova una colonna dorica, l’unica conservatasi dal tempio di Apollo. Da visitare il Monastero di S. Nektarios, si trova a circa 6 km dalla capitale dell’isola, su una collina, con splendida vista panoramica.

Corinto

Corinto

Il Canale di Corinto è un canale artificiale che ha preso il nome dalla città di Corinto. Taglia l’istmo omonimo unendo il Golfo Saronico (Mar Egeo) con quello di Corinto (Mar Ionio) e ha una Lunghezza di 6,3 km, una larghezza media di 22 m e una profondità max di 8 m. L’altezza massima delle sponde è di 80 m.

Micene

Micene (Grecia)

Micene, Antica città greca del Peloponneso, nell’Argolide, centro della civiltà micenea, fiorita in Grecia nella seconda metà del 2° millennio a.C.
Possenti mura ciclopiche circondano l’acropoli, dove si accede da due porte. Famosa è la monumentale porta dei Leoni, simbolo di Micene. La porta, alta più di tre metri, è sovrastata da un monolite decorato con due leoni che si fronteggiano ai lati di una colonna.
Superata la Porta dei Leoni, dopo un breve percorso in salita, si raggiunge il palazzo reale di Agamennone e si possono vedere i resti delle stanze private di uno dei più celebre re della Grecia antica, le stesse in cui probabilmente venne assassinato.
Altra tappa imperdibile di una visita alla Micene antica è il Tesoro di Atreo, noto anche come Tomba di Agamennone, una costruzione circolare dove venne certamente venne sepolto un membro di una famiglia reale, ma non è mai stato provato che si tratti proprio di Agamennone. In zona sono state scoperte altre sei tombe circolari, con il resti di 19 persone, note come Tombe dei Re. Tra queste c’è anche la Tomba di Clitemnestra, moglie di Agamennone e quella di Egisto, suo amante.

Epidauro

Epidauro (Grecia)

Epidauro, Antica città dell’Argolide presso un santuario di Asclepio, ebbe grande fama a partire dal 4° sec. a.C. 
Il teatro, opera di Policleto il Giovane, è un gioiello architettonico e un prodigio dell’ingegneria acustica, tanto che seduti all’ultima fila si può percepire il rumore di un foglio di carta strappato dagli artisti.

Delfi

Delfi (Grecia)

Delfi è una località della Focide, regione della Grecia centrale, fondata e abitata fin dal secondo millennio a.C. e conosciuta in tutto il mondo per l’oracolo e il santuario di Apollo.
Secondo le credenze antiche, l’oracolo era una donna, la Pizia, sacerdotessa del tempio di Apollo che veniva consultata sulle scelte future da prendere. La risposta, sempre enigmatica, condizionava profondamente le scelte del consultante.
Delfi era ritenuta dai greci ombelico del mondo, merito delle due aquile lanciate da Zeus in direzioni opposte, che si rincontrarono proprio a Delfi.
Nei pressi dei resti di Delfi sgorga una sorgente, la “Fonte Castalia”, ritenuta fonte del ringiovanimento, ho bevuto quell’acqua e attendo i risultati.

Meteore

Le Meteore (Grecia)

Nel nord della Grecia, in prossimità della cittadina di Kalambaka, sulla sommità di imponenti pinnacoli di arenaria, in un paesaggio da film di fantascienza, sorgono dei Monasteri Cristiano-Ortodossi. I primi Eremiti si stabilirono, attorno all’XI secolo, in alcune cavità presenti in queste rocce, raggiungibili solamente con corde o scale a pioli removibili, per sfuggire alle persecuzioni da parte dei Turchi.
In seguito, intorno al XIV secolo, furono costruiti i Monasteri sulla sommità di queste rocce che, nel momento di massimo splendore , raggiunsero il numero di 24.
Adesso ne sono rimasti in funzione solamente 6, quattro abitati da monaci e due da monache, tutti visitabili.
Tutti i monasteri si integrano perfettamente con il paesaggio circostante. Le Meteore, nel 1998, sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Capo Sunio e Tempio di Poseidone

Capo Sunio e Tempio di Poseidone (Grecia)

Capo Sunio è un promontorio situato sulla punta meridionale dell’Attica in Grecia, a circa 69 km da Atene. 
Su di esso si trovano, in posizione suggestiva, i resti di un tempio greco dedicato a Poseidone.
Secondo il mito sarebbe il luogo dal quale Egeo, re di Atene, si sarebbe gettato nel mare al quale venne dato il suo nome (mar Egeo).

Mykonos (Grecia)

Mykonos (Grecia)

Mykonos è una bellissima isola che fa parte dell’arcipelago delle Cicladi.

Isola cosmopolita, che accoglie una moltitudine di turisti durante tutto l’arco dell’anno, è famosa per la sua vita notturna scatenata, le discoteche e le belle spiagge.