Selinunte

Selinunte (Trapani)

Selinunte era un’antica città posizionata sulla costa sud-occidentale della Sicilia, nei pressi della foce del fiume Belice.

Il parco archeologico di Selinunte, attualmente più grande d’Europa, è divisibile nelle seguenti aree: La collina Gàggera; L’acropoli; La collina Manuzza; La collina orientale; Le necropoli.

L’impianto urbano dell’acropoli è suddiviso in quartieri da due strade principali che si incrociano ad angolo retto e sono presenti i resti di alcuni templi insieme ad altre costruzioni secondarie, mentre altri templi tre templi, precisamente il Tempio E o Tempio di Hera, il Tempio F e il Tempio G o Tempio di Zeus si trovano sulla collina orientale poco lontana.

Sulla collina orientale è presente, inoltre, un piccolo Museo.

 

Segesta

Segesta (Trapani)

Segesta è una antica città di origini Elime che si trova nella parte nord-occidentale della Sicilia.

Sul Monte Barbaro, si trovano i resti della vecchia città che fanno parte del !Parco Archeologico di Segesta. All’interno del parco, si possono ammirare un tempio in stile dorico e un teatro di età ellenistica, in parte scavato nella roccia della collina.

Il tempio, anche denominato “Tempio Grande”, è stato costruito sulla cima di una collina, fuori dalle sue mura della città.

Il teatro, costruito sulla cima più alta del Monte Barbaro, poteva contenere circa 4000 persone e permette di godere della splendida vista sul golfo di Castellammare, con lo sguardo che può spaziare a perdita d’occhio dal mare alle colline e far sognare lo spettatore.

 

Trapani, Castello della Colombaia e dintorni.

Il Castello della Colombaia fu costruito ai tempi della prima guerra punica quale baluardo a difesa dell’ingresso del porto, successivamente fu adibito a luogo di reclusione e rimase tale fino all’anno 1963.

Cornino (TP), lo sbarco della Madonna.

Cornino (TP), Lo sbarco della Madonna di Custonaci

A Custonaci (TP), la settimana che precede l’ultimo mercoledì di agosto, viene festeggiata Maria SS. di Custonaci. Il lunedì viene riproposta la rievocazione storica dello sbarco della Madonna presso la cala della baia di Cornino. Una tavola cinquecentesca, raffigurante la Madonna e il bambin Gesù, trasportata da un veliero seguito da uno stuolo di barche, viene consegnata a pescatori locali su una barchetta e portata sulla terra ferma. Un momento molto affascinante e suggestivo, da vivere assolutamente.


Roma

Roma (Italy)

« Roma è la capitale del mondo! In questo luogo si riallaccia l’intera storia del mondo, e io conto di essere nato una seconda volta, d’essere davvero risorto, il giorno in cui ho messo piede a Roma. Le sue bellezze mi hanno sollevato poco a poco fino alla loro altezza »

Così scriveva Johann Wolfgang von Goethe nelle Italienische Reise.

Roma è la capitale della Repubblica Italiana.

Fondata, secondo la tradizione, il 21 aprile del 753 a.C.  è stata la prima grande metropoli dell’umanità, nonché cuore pulsante di una delle più importanti civiltà antiche, Definita per  antonomasia, l’Urbe, Caput Mundi e Città eterna.

Roma è la città con più monumenti al mondo e inoltre è anche la città del mondo che ha più monumenti per metro quadrato, troppi per elencarli tutti, di seguito si possono ammirare alcune immagini.


 

Sicilia

Sicilia


 

Tramonti Siciliani

 


Trapani


Provincia di Agrigento


 

Palermo

 

 


 

Catania e d’intorni.

 

 


 

Siracusa

 


 

Ragusa

 


 

ENNA

 


Messina

 

 


 

Tindari

Tindari (ME)

Tindari è una frazione del comune di Patti, in provincia di Messina. 
Si estende sul golfo di Patti ed è un posto meraviglioso.

Da visitare i resti archeologici e il Santuario della Madonna Nera che si trova su un promontorio a strapiombo sul mare, in corrispondenza dell’antica acropoli. 

Altri posti molto affascinanti sono Laguna di Tindari e Spiaggia di Marinello che offrono paesaggi mozzafiato.

 


 

Cefalù

Cefalù (PA)

Posizionato ai piedi di un promontorio roccioso, in provincia di Palermo, sorge uno dei borghi più belli d’Italia,  Cefalù.

Particolarmente caratteristico è il borgo marinaro, con le case antiche fronteggianti il mare e assolutamente da visitare il duomo, che nel 2015 è stato dichiarato patrimonio dell’Unesco.

Il centro storico della cittadina è circondato da una cinta muraria risalente al V secolo a.C..

Percorrendo via Vittorio Emanuele è possibile soffermarsi al Lavatoio medioevale, davanti al rinascimentale Palazzo Martino. Il lavatoio è contraddistinto da una scalinata in pietra lavica e da una serie di vasche nelle quali viene raccolta l’acqua che scorre dalle 22 teste di leone sovrastanti. Le vasche ospitano gli appoggi che venivano anticamente utilizzati per la pulizia dei panni.